Login Soci

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Foto a caso

Auronzo 2005

IL SERAM

IL MALAMUTE

SEZIONE LAVORO

SEZIONE SALUTE

SEZ. EXPO' & T.V.C.

SERAM su Facebook

Contatore

Accessi dal 15 Ottobre 2008

Utenti online

3 utente(i) online
(1 utente(i) in Le nostre Sezioni)

Iscritti: 0
Ospiti: 3

altro...
Storia della razza > Le origini e la corsa all'oro

Le origini e la corsa all'oro

Published by Andrea Lucchesi on 19/9/2008 (3403 reads)
LE ORIGINI

Open in new window

Inuit della tribù dei Mahlemuts - 1881


L'Alaskan Malamute prende il suo nome da una tribù Inuit nota come Malemutes, o Mahlemuts che una volta viveva nell'area vicino il Kotzebue Sound sulla costa nord-ovest dell'Alaska. I Mahlemuts erano cacciatori e pescatori, per la sopravvivenza avevano bisogno di fare grandi spostamenti e le loro migrazioni stagionali dipesero dal lavoro dei loro cani - gli antenati dell'Alaskan Malamute di oggi.
Con mantelli particolarmente folti e con rivestimenti spessi sulle piante dei piedi, i cani dei Mahlemuts erano capaci di resistere al clima aspro dell'Alaska e viaggiare attraverso i ghiacci a temperature estreme per grandi distanze. Come gli Alaskan Malamute domestici di oggi anche allora i cani dipendevano dai loro padroni per il cibo. I cani erano indispensabili per la sopravvivenza ed i Mahlemuts svilupparono una relazione con i loro cani basata sull'indipendenza reciproca ed il rispetto.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

LA CORSA ALL'ORO

Open in new window

Raffigurazione di un cane nordico


Nel 1896 prese via la Corsa all'Oro nel Klondike e persone da tutto il mondo arrivarono in Alaska. La fiorente attività di estrazione dell'oro in aree remote dell'Alaska diede origine ad una richiesta senza precedenti di mute di cani, necessarie per il trasporto e per fornire di acqua, cibo, attrezzatura e posta i numerosi lavoratori giunti da ogni parte del mondo. Nel 1908 un uomo chiamato Jackson B. Corbett, Jr. scrisse; "Sono lavoratori ereditari, i loro antenati per centinaia di anni si sono affaticati lungo le piste gelate dell'Alaska e lo Yukon britannico in mute indiane ed Eschimesi... Sono 'saggi' nel significato gergale
della parola, è un detto comune che.... un Malamute è un lavoratore allegro e non uno scansafatiche ostinato; intelligente, ma sempre astuto, abile, e saggio; non ruba niente senza motivo... E' un leader insolitamente forte ed affidabile, in quei luoghi sono visualizzate la saggezza astuta e la 'frode' che caratterizzano la razza. Non esiste nessun leader più lineare o più intelligente. Nessun altro può rendere la vita così misera ad un musher inesperto o crudele".

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Referenze:
Barbara A. Brooks e Sherry E. Wallis, "Alaskan Malamute - Yesterday and Today", Pubblicazioni Alpine, 1998.


FOTO STORICHE

1 Open in new window 2 Open in new window

1 - Foto d'epoca , 2 - Mappa geografica dell'Alaska



3 Open in new window 4 Open in new window

3 - Team di M. R. Guggenheim - 1908 , 4 - Collezione di Virginia Devaney



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
  Send article

Navigate through the articles
Previous article I cani Inman-Irwin Seeley ed i Kotzebue Next article