Login Soci

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Foto a caso

Passo Radici 2008

IL SERAM

IL MALAMUTE

SEZIONE LAVORO

SEZIONE SALUTE

SEZ. EXPO' & T.V.C.

SERAM su Facebook

Contatore

Accessi dal 15 Ottobre 2008

Utenti online

7 utente(i) online
(4 utente(i) in Le nostre Sezioni)

Iscritti: 0
Ospiti: 7

altro...
Sezione Lavoro > SE.R.A.M. Working Days > RESOCONTO 2° TAPPA SWD - RACCOLTA FONDI

RESOCONTO 2° TAPPA SWD - RACCOLTA FONDI

Published by Andrea Lucchesi on 9/6/2012 (1994 reads)

RESOCONTO 2° TAPPA SERAM WORKING DAYS

“ MALAMUTE A 360 ° PER I TERREMOTATI

02-03 Giugno - Granarolo (BO)


Mercoledì 30 maggio:
il consiglio Seram è riunito in video conferenza per decidere se svolgere o meno la seconda tappa del SWD
“ Malamute a 360° “ .
Dopo la fortissime scosse avvenute martedì 29 maggio, tutti ci poniamo la domanda sul cosa fare.
Le domande sono moltelplici:
Sarà sicuro? Forse le strutture dove saremo ospitati devono o sono stati interpellati per dare alloggio agli sfollati ? Cosa pensa di fare chi si è già iscritto ?
Cominciano le telefonate a destra e a manca, vengono chiamati uno a uno tutti gli iscritti e alla fine la decisione è una : LO FACCIAMO.
Ma questo non basta e viene lanciata la proposta e subito approvata di devolvere l’incasso delle iscrizioni in beneficenza per aiutare i terremotati dell’Emilia.

E’ un piacere pubblicare il resoconto fatto dalla nostra grande Amica ed Educatrie Rossana Giada Giordano che ormai ci segue e lavora con noi da cinque anni:


"Non sono un Husky, sono un Alaskan Malamute!"

Prologo

Io ringrazio il Seram, perché il valore e l’unità di un gruppo sta in queste cose: nel saper fare una telefonata e un gesto di cordoglio per una persona e dei cani che neppure si conoscono, e nel superare la paura della calamità naturale per creare un fondo economico da devolvere in beneficienza e supportare gli italiani colpiti dal terremoto.

Nei due giorni passati insieme, senza farci mancare le attività, le risate e il calore dei nostri cani, mai abbiamo scordato la consapevolezza del perché eravamo lì.


2 – 3 Giugno 2012, Antico Noce, Granarolo dell’Emilia: Malamute Working Day

Eccoci alla vigilia di un altro appuntamento con i malamutes: al tramonto di venerdì ci ritroviamo davanti al camper di Biagiotti, ci salutiamo tra umani e cani senza troppe distinzioni, chi una leccata in viso e chi una pacca sulla spalla, e si aprono le danze. Il grosso dei partecipanti arriva il sabato mattina e ci dividiamo in gruppi di lavoro che si scambieranno durante la giornata. Molti di noi sono habitué, ma non mancano le new entry, alle quali viene presentato il lavoro: il dressaggio e la toilettatura, curato da Luca Trainito, Giuseppe Biagiotti e Andrea Lucchesi; il ring giudicato da Katia e Bruno Maffezzoni; l’educazione e il rapporto, seguiti da Giovanna Nussdorfer e me. Dopo pranzo, per risparmiare i cani nelle ore più calde, ci soffermiamo all’ombra del grande noce per il seminario. Più che un seminario, in realtà è uno scambio di opinioni, e questa è una cosa rara in cinofilia. Giovanna ed io parliamo del gioco e del lavoro olfattivo, mentre Katia affronta la preparazione e la burocrazia per le expo. Con le ore fresche ci lanciamo in una nuova prova: the weigthing pull, il traino pesante, talento naturale dell’alaskan malamute. Si lavora in scarico, per aiutare i nostri cani che, pur avendolo nel sangue, sono neofiti di questa disciplina. Sapori procura i finimenti adatti, dotati di una barra di legno che sostiene il fondo dell’harness per ottimizzare lo sforzo, il primo cane viene attaccato al carrello e si comincia a caricare: prima due persone, per preparare l’animale al lavoro che dovrà svolgere, poi tre e infine quattro. La muscolatura e l’attitudine di questa razza la rendono in grado di trainare pesi anche maggiori, ma i nostri cani non sono allenati, e quindi ci limitiamo ad una prova sportiva. La cena sociale riserva una sorpresa: la riffa primaverile, organizzata sul momento con grande entusiasmo e... l’asta! Unico pezzo e pezzo unico dell’asta il boccale commemorativo dipinto personalmente da Bruno: abbiamo combattuto fino all’ultimo cent per avere quel boccale da birra, ma alla fine ha vinto Fabio Pasetti, con uno scarto di un euro e cinquanta su Sara Digiuni, per un totale di 71,50 euro. Tutto il ricavato della riffa e dell’asta è andato ad aggiungersi a quello delle iscrizioni, e sarà devoluto in beneficienza per i terremotati. Una cosa è certa: la birra bevuta da quel boccale, che ci siamo passati come fosse il Santo Graal, è assolutamente buonissima! Ci perdiamo in chiacchere nell’accogliente patio dell’Antico Noce, godendoci il fresco della sera e osservando, tra l’ammirato e il divertito, il “Branco Del Biagio”: Giuseppe libera i suoi cani nel grande prato, e loro si gestiscono in serenità, quasi a mostrare la struttura del branco- famiglia che descrive David Mech quando parla dei lupi. Alle spalle del gruppo però c’è sempre lui che vigila, protegge e mantiene l’equilibrio, grazie al controllo e alla profonda conoscenza che ha dei suoi cani. Non provate ad imitarlo: Biagiotti riesce a fare cose che a noi semplici umani risultano impossibili! Anche la mattina dopo partiamo con una novità: il test caratteriale. Si tratta dell’ anteprima sperimentale di una prova che probabilmente verrà inserita nelle prossime esposizioni. Tramite alcuni step viene testata la solidità e la docilità del soggetto in esame: il cane viene affidato ad un estraneo per la durata della prova; deve accettare la manipolazione e mostrare reazioni contenute di fronte a disturbi come una bicicletta che passa e l’apertura di un ombrello; viene vestito di pettorina da traino e poi svestito; viene condotto dinnanzi ad altri esemplari dello stesso sesso senza avere atteggiamenti esagerati. Non per tirarcela, ma tutti gli esemplari presenti a questa edizione del “Malamute 360°” hanno passato il test, se non alla prima prova alla seconda, dopo poche ripetizioni di aiuto. Questo vuol dire che la strada allevativa è decisamente quella giusta. Ogni tanto, un pò come accade in quel gioco della settimana enigmistica "cerca l'intruso", appaiono a spasso nel prato un buffo dobermann marrone, una sexy barboncina e un imponente terranova, anche loro con la pettorina da traino...non importa, ormai si sa che alle tappe Seram si è tutti ben accetti. Giunge come sempre il momento del commiato, e come sempre mi porto a casa molto più di ciò che ho lasciato. Mentre saluto mi accorgo di una cosa, un pò sciocca ma significativa: portiamo tutti la stessa maglietta, che dice con certezza che non siamo huskies. A presto amici, tappa dopo tappa il viaggio continua.

Rossana Giada Giordano



Da parte del Seram si ringraziano tutti coloro che hanno contribuito all’ottima riuscita dell’evento, lo staff dell’Agriturismo “ L’antico Noce “, gli sponsor Sleddog Line e Hill’s, sempre presenti.

Ma questa volta il più Grande GRAZIE, va a quelle persone che hanno voluto condividere con noi questa bellissima esperienza che ha avuto come finalità primaria quella di aiutare persone che in questo momento sono in grande difficoltà.

Per trasparenza da parte del Seram informiamo che la cifra raccolta durate l’evento è stata di 1000 euro , i quali sono stati versati tramite posta pay alla Sig.ra Alba Ghiselli dal Consigliere del Seram Andrea Lucchesi

Image Hosted by ImageShack.us

La Sig.ra Alba , una persona speciale, si sta prestando per aiutare 24 famiglie di un condominio di Crevalcore (via Sant'agata 368) e tanti altri , che non hanno trovato posto nella tendopoli della Protezione civile e si sono sistemate nell'area verde adiacente il loro palazzo, ma sono sprovvisti di quasi tutto.

Una parte della cifra sarà usata per l’acquisto di:

Noleggio di 2 wc chimici, comprensivo di trasporto e svuotatura settimanale;
Acquisto di N. 4 materassini da campeggio per tendopoli;
Acquisto di alimenti in scatola per bambini ed anziani;
Acquisto di pannolini per bambini ed anziani;
Acquisto di acqua minerale;
Acquisto di carta igienica e articoli sanitari da bagno;

Un’altra parte della cifra donata verrà usata per acquistare cibo ed antiparassitari per i cani ospitati da un canile delle zone terremotate che sono stati lasciati lì dai padroni la cui casa è stata dichiarata inagibile e sono ospitati nei campi.
Un'altra parte ancora, insieme ad altri versamenti che la Sig.ra Alba sta ricevendo verranno dedicati ai bambini (che sono molto scossi e traumatizzati da questo evento) che sono nei campi "spontanei" o cittadini (non assistiti dalle istituzioni) per consentire loro di svolgere attività ludiche e ricreative anche se nei campi. Potete vedere gli acquisti ed i resoconti dettagliati sulla bacheca FB di OSSI DIANA https://www.facebook.com/SonoOssidiana.

Sulle confezioni che verranno donate verrà messo il logo del SERAM e la scritta “ UN MALAMUTE PER AMICO”.
Contemporaneamente è partita l'organizzazione per una nostra visita con i cagnoni a quei bambini , per portare loro un sorriso e provare a regalare un emozione come sicuramente i nostri cagnoni sanno fare...vi aggiorneremo.

Pensiamo proprio di aver fatto nel nostro piccolo una GRANDE COSA, a tutti ancora un GRAZIE E COMPLIMENTI.

SERAM


Navigate through the articles
Previous article 4° TAPPA SERAM WORKING DAYS 2012 3° TAPPA SERAM WORKING DAYS 2012 Next article