Login Soci

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Foto a caso

Signori .. un po' d'impegno!

IL SERAM

IL MALAMUTE

SEZIONE LAVORO

SEZIONE SALUTE

SEZ. EXPO' & T.V.C.

SERAM su Facebook

Contatore

Accessi dal 15 Ottobre 2008

Utenti online

1 utente(i) online
(1 utente(i) in Le nostre Sezioni)

Iscritti: 0
Ospiti: 1

altro...
Sezione Lavoro > SE.R.A.M. Working Days > 2° TAPPA SERAM WORKING DAY 2011 REPORTAGE

2° TAPPA SERAM WORKING DAY 2011 REPORTAGE

Published by Andrea Lucchesi on 30/8/2011 (1628 reads)

2° TAPPA SERAM WORKING DAY 2011
4-5 giugno 2011 Bologna

"Giorni da malamute: seram working days II tappa"


So di per certo che Giulio Cogo ha preso accordi diretti con Zeus per mantenere il tempo del fine settimana del 4 5 giugno così come è stato: assolato ma ventoso, con lievi pioggerelle solo in orario pasti. Questo dovrebbe dire tutto sull’efficienza dell’organizzazione della seconda tappa del Seram, Il malamute a 360 gradi, e così come il tempo, anche tutto il resto è filato liscio. Venerdì sera ci troviamo all’agriturismo “Antico Noce”, di Gianluca Sapori: il posto è magnifico, la cucina superba, le camere confortevoli, e il grande prato ombreggiato da alberi e gazebi è il luogo ideale per ospitare una manifestazione di imprevedibili malamuttari. Io come al solito arrivo tardi, e dopo quattro chiacchere con gli amici me ne vado a dormire. La mattina dopo sveglia presto per organizzare il lavoro, ci aspettiamo una decina di cani e le cose da fare sono molte. Appena sveglia ho l’occasione di dare una sbirciata dentro il grande capannone in cui si cela il cuore della Sleddog Line...macchinari misteriosi, pattini da slitta, lo scheletro di un carrello, e centinaia di pettorine di colori diversi...mi colpisce l’insegna, appoggiata ad un bancone in fase di ristrutturazione: è fatta di legno, e porta il disegno di una muta di cani in corsa...potrebbe tranquillamente essere appesa al di fuori di una baita nelle distese di ghiaccio alaskane, in mezzo ad una tormenta di neve...invece esco dal capannone e vengo baciata dal sole, e mi inoltro nel sentiero che passa tra il frutteto e il campo di grano per una passeggiata mattutina con Tolkien e Chewbe. Cominciano a radunarsi i primi malamute, tranquillamente a loro agio in mezzo al prato estivo così come lo erano sulla neve quest’inverno al passo Giumello, mentre i cuccioli Del Biagio razzolano liberi in giro, socievoli e temerari. Non mi stupisco più della versatilità e del carattere di questi cani, e iniziano le attività: Giuseppe Biagiotti e Andrea Lucchesi illustrano ai proprietari dei cani adulti come si svolge la toilettatura, mentre Giovanna Nussdorfer ed io ci occupiamo dell’educazione e dell’autovalorizzazione di cuccioli e cuccioloni. Sara Digiuni affronta insieme a Tobia il percorso sensoriale che abbiamo preparato, giusto per fare da esempio ai più giovani, e tutti si entusiasmano, cominciamo a lavorare e a parlare di cani, a cercare le soluzioni ai problemi quotidiani e a scambiarci opinioni. Dopo pranzo ci fermiamo in sala per il seminario, Giovanna ed io parliamo dello stress e di come canalizzarlo, e dopo si apre il dibattito sulla gestione del cane nelle sue varie attività: il collarino da expo, la pettorina, la leadership e il rapporto, lo sport. La cosa che amo del seram è anche questa: non ci sono cattetre, non ci sono capi assoluti, lo scambio di opinioni è libero e privo di inibizioni, e c’è una grande voglia di imparare gli uni dagli altri. Ritorniamo al lavoro più complici di prima, ora cuccioli e cuccioloni vanno con Giuseppe e Andrea ad affrontare il dressaggio, mentre i cani adulti proseguono con noi nella gestione del cane e nella preparazione atletica. Ci rendiamo conto che i cani partecipanti sono ben più di dieci, saranno almeno il doppio, eppure la sera arriva in un soffio. A cena ci raggiungono altri amici, e anche se siamo tutti stanchi, le tavolate sono numerose ed allegre, e ci attardiamo a chiaccherare fuori, godendoci il fresco della sera con i nostri cani. Domenica mattina si parte con la toilettatura pre ring, in una eccellente dimostrazione dell’handler Vincenzo Bompadre, che prepara tre cani come se dovessero andare in expo solo cinque minuti più tardi. Resto molto affascinata dalle zampe perfette di Bajkal e dalla coda di Uragan, che dopo il trattamento di Vincenzo riscuote una standing ovation: veramente una “piuma ondeggiante”, come da standard. Il commissario di ring Alessandra Pifferi ci illustra la parte burocratica ed il regolamento, svelando agli aspiranti espositori i trucchi del mestiere e gli errori più comuni, e quindi si da il via alla prova di ring: sfilano tutti, aspiranti e non, e ad ognuno viene dedicato il tempo necessario per risolvere perplessità e domande. Arriva il momento di salutarci, nonostante il traffico temporeggiamo un pò tutti: non abbiamo voglia di andare. È vero, il titolo dell’evento era Seram Working Days, ma più che lavoro ci è sembrata una vacanza, e l’interesse nel partecipare è dovuto sì alle expò e alla toilettatura, certo, anche all’educazione e alla preparazione atletica, ma soprattutto al piacere di stare insieme, e di dirci: “arrivederci alla prossima tappa!”.

Rossana Giada Giordano


Gallery

Open in new window Open in new window

Open in new window Open in new window

Open in new window Open in new window

Open in new window Open in new window

Open in new window Open in new window

Open in new window Open in new window

Open in new window Open in new window


Documenti Expo, a cura di Alessandra Pifferi

Open in new window

Open in new window

Open in new window

Navigate through the articles
Previous article 3° TAPPA SERAM WORKING DAY 2011 REPORTAGE III° TAPPA SERAM WORKING DAY 2011 Next article