Login Soci

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Foto a caso

Piandelagotti 2007

IL SERAM

IL MALAMUTE

SEZIONE LAVORO

SEZIONE SALUTE

SEZ. EXPO' & T.V.C.

SERAM su Facebook

Contatore

Accessi dal 15 Ottobre 2008

Utenti online

10 utente(i) online
(4 utente(i) in Le nostre Sezioni)

Iscritti: 0
Ospiti: 10

altro...
Sezione Lavoro > SE.R.A.M. Working Days > 2^ Tappa SERAM WORKING DAYS - Mele 2010

2^ Tappa SERAM WORKING DAYS - Mele 2010

Published by Andrea Lucchesi on 3/5/2010 (1861 reads)
.
MELE, 5 E 6 GIUGNO 2010 : MALAMUTE A 360°

Un'esperienza impareggiabile


c/o Associazione IL CAPOBRANCO


Open in new window


Aki, Anut, Luna, Maya Vr, Maya MI, Maya PT (ma che fantasia che abbiamo!!!), Pallina, Sam, Tobia, Will …. Anche quest’anno sono stati loro i protagonisti indiscussi di questi due giorni.
I nostri “cagnolini”, sotto i riflettori, hanno dato il meglio cimentandosi in discipline a loro poco conosciute. Hanno lasciato tutti i loro accompagnatori sorpresi per loro capacità, per la loro grande potenzialità, spesso sottovalutata anche da noi, che li amiamo alla follia.
A differenza della prima edizione quest’anno il tempo è stato clemente, una bella mattinata soleggiata ha fatto da cornice all’arrivo e all’inizio lavori, sicuramente la temperatura era un po’ limitante ma cercando le parti di campo all’ombra, con la frescura che usciva dal bosco e garantendo sempre l’acqua fresca, i nostri giganti del grande nord hanno potuto lavorare.
Dopo esserci divisi in due gruppi, abbiamo affiancato i nostri compagni a quattro zampe nell’affrontare le differenti attività proposte :
PROPEDEUTICA AL RICHIAMO : normalmente noi richiamiamo il nostro amico solo per mettergli il guinzaglio o per interrompere un’attività per lui straordinaria e divertentissima. Risultato : nove volte su dieci fa orecchie da mercante! Ma in fondo ha ragione lui : “io mi sto divertendo un sacco e mamma e papà mi chiamano per andare via : io non li ascolto!” Quindi, invertiamo la dinamica, richiamiamo il nostro cane per sganciarlo dal guinzaglio, richiamiamolo per dargli un boccone e poi lasciarlo ancora andare a giocare, non richiamiamolo per nulla, risparmiamogli questo sacrificio per quando veramente serve a proteggerlo e tutelarlo. Se non esageriamo, se gli facciamo percepire che il ritorno non è necessariamente negativo, vedrete che si convincerà che abbiamo ragione noi, che ha tutte le convenienze per ascoltarci, che il costo da pagare sarà alto solo quando è veramente in pericolo, e dunque, tutto sommato sarà accettabile.
LA RICERCA : con i nostri bei nascondigli abbiamo, a più riprese chiesto al nostro cane di cercarci, prima lasciandolo guardare dove ci nascondevamo e poi giocando a nascondino … noi bipedi abbiamo perso ogni partita!

Open in new window


GIOCHI OLFATTIVI : su due percorsi con difficoltà diverse abbiamo cercato i wurstel insieme a loro …. Chi non c’era non può nemmeno immaginarsi lo spasso! Con questi giochi abbiamo introdotto l’attivazione mentale che aiuta molto a far impegnare il cane e a non farlo annoiare anche in questo periodo dove necessariamente la loro attività va ridimensionata per via delle temperature.
Abbiamo anche affrontato la “PISTA OLFATTIVA” dove tracciavamo la pista con il nostro odore piazzandoci sopra qualche boccone, per confermare al cane che stava facendo un buon lavoro. Permettetemi, visti i risultati eccezionali, alla faccia di tutti quelli che ci dicono : ”Ma cosa vuoi che faccia? E’ un nordico!” posso rispondere senza esitazione : “Avercene come loro!”

LA CONDOTTA : ovviamente con una bella rivisitazione per adattarla ai nostri malamute che per selezione devono mantenere una certa indipendenza.

Open in new window


La nostra condotta, quella da passeggiata è : passeggiamo insieme, io decido dove andare, tu vieni con me che non te ne pentirai. I nostri cani sono capacissimi di fare la condotta da manuale ma, nel nostro caso dev’essere inteso solo ed esclusivamente come esercizio, non possiamo pretendere che il nostro malamute rimanga costantemente al piede guardandoci negli occhi, forse non dovrebbero pretenderlo nemmeno i proprietari di cani appartenenti ad altre razze, ma certamente il malamute ha un’indipendenza e una capacità di ragionare che lo porta a decidere. Quando decide che vuole stare con noi possiamo dirci soddisfatti appieno, perché quello che conta è il nostro rapporto con lui.

SOCIALIZZAZIONE : è stata la parte più impegnativa e stressante per noi!
La socializzazione è fondamentale e importantissima : naturalmente il cane agisce per lanciare segnali ma molti cani hanno competenze limitate e non riescono a leggere bene ciò che l’altro sta urlando. Il nostro impegno dovrebbe essere rivolto ad aiutare il cane ad approfondire le sue competenze sociali in modo da prevenire ed evitare reazioni fuori controllo di eccessiva paura o eccessiva aggressività.

Open in new window


Spesso l’aggressività scaturisce da una sensazione di stress, se i nostri cani sapessero leggere bene, nella maggior parte dei casi potrebbero capire che la controparte non è minacciosa, ma, magari, solo incuriosita ; il livello di stress si abbasserebbe e probabilmente, dopo un’annusatina conoscitiva i due contendenti deciderebbero di ignorarsi e riprendere le loro strade oppure di interagire maggiormente e perché no, di giocare assieme.
Ricordiamoci che i cani sono animali sociali, esattamente come noi avvertono il bisogno di relazionarsi ai loro simili ma per farlo educatamente, devono imparare le buone maniere.
Questo aspetto della vita e della relazione tra cani è ancora all’inizio, molta strada si dovrà fare, senza dubbio sarà una strada difficoltosa e complicata che come ogni sfida darà delle immense soddisfazioni.
La seconda edizione di “Malamute a 360°” ci ha permesso di congratularci l’un l’altro per i grandi progressi compiuti da un anno a questa parte, è stata un’occasione per approfondire determinate problematiche e affrontare le conseguenze conoscendo le azioni correttive. E’ stata un occasione di riflessione per tutti, per chi per la prima volta partecipava ai nostri incontri e per chi è ormai un affezionato che non si perde un appuntamento. La Grigliata selvaggia al campo ci ha regalato momenti di estremo relax, tra amici, con i cani a riposare ma sotto controllo. Il campeggio ha regalato, anche quest’anno qualche visita degli animali che popolano il Passo del Turchino, al risveglio abbiamo potuto approfittare dello spettacolo offerto da due caprioli che giocavano a pochi metri dalle tende. Un week-end da ripetere più spesso!
Un grazie di cuore alle istruttrici dell’associazione “Il Capobranco”, Alessia, Rossana, Ilaria e Carlotta si sono dedicate ai nostri cani, come sempre, con estrema professionalità e a noi … con grande pazienza!
Non ci resta che dire : arrivederci al prossimo anno vi aspettiamo sempre più numerosi, è un’occasione imperdibile per migliorare il nostro rapporto con i nostri cani.

A presto
Sara Digiuni

SERAM
  Send article

Files linked to this article
File name Published on Hits
Download this file 4
4
4 4
Download this file Modulo di iscrizione
scarica il modulo per l'iscrizione
3/5/2010 462

Navigate through the articles
Previous article 3° Tappa SERAM WORKING DAYS - AURONZO 2010 CALENDARIO 2010 SERAM WORKING DAYS Next article